Controlli MT, come funziona il magnetoscopio?

Un tecnico sta svolgendo controlli MT con l'ausilio di un magnetoscopio

Controlli MT, o Controlli Magnetoscopici, sono una tecnologia chiave nei processi dei controlli non distruttivi, specialmente quando si tratta di rivelare segnalazioni superficiali e subsuperficiali in componenti metallici.
Questa metodologia si basa sul principio fondamentale della magnetoscopia, un approccio innovativo che sfrutta le proprietà magnetiche dei materiali per individuare difetti.

Controlli MT: come avvengono e come funziona il magnetoscopio

Il cuore dei Controlli MT è il magnetoscopio, strumento essenziale per questa metodologia. Il processo inizia con la preparazione della superficie del componente metallico in esame, che viene pulita da vari residui.
Successivamente, una sospensione di particelle ferromagnetiche viene spruzzata sulla superficie del campione.

Il magnetoscopio, a questo punto, entra in gioco generando un potente campo magnetico. Questo campo magnetico è in grado di penetrare nella superficie del materiale, creando linee di flusso che si distorcono in presenza di difetti, come cricche o bave.

Le particelle ferromagnetiche sospese nel liquido rispondono all’attrazione del campo magnetico e si concentrano nelle zone in cui si verificano le distorsioni del flusso magnetico. Questo crea una marcata indicazione visiva dei difetti, rendendo possibile la loro individuazione precisa.

Varianti con fluorescenza

Una caratteristica distintiva della magnetoscopia è la possibilità di utilizzare particelle magnetiche con proprietà visive avanzate. Alcune di queste particelle presentano una pigmentazione fluorescente, rendendole visibili in un ambiente oscurato con l’ausilio di una lampada a raggi UV, a differenza delle altre particelle che creano un semplice contrasto di colore visibile in luce naturale. Questa flessibilità consente un’ispezione maggiormente accurata in diversi contesti operativi.

I vantaggi dei controlli magnetoscopici

I Controlli Magnetoscopici emergono come una metodologia di ispezione non distruttiva che offre una serie di vantaggi significativi. Vediamone alcuni.

Rilevamento di discontinuità superficiali e sub-superficiali

I Controlli MT si distinguono per la loro capacità di rilevare discontinuità sia superficiali che sub-superficiali, rendendoli un metodo efficace per individuare difetti non visibili a occhio nudo.
Questa caratteristica fondamentale contribuisce a una scoperta precoce di potenziali problemi strutturali o di sicurezza, migliorando la robustezza complessiva dei materiali esaminati.

Preparazione superficiale semplificata

Un vantaggio significativo del MT è la sua scarsa dipendenza da una preparazione superficiale particolare. Questo significa che l‘esame può essere condotto senza la necessità di complesse operazioni preliminari, semplificando il processo di ispezione e riducendo la necessità di interventi prima dell’ispezione.

Ispezione di superfici rivestite

Questa tipologia di controlli dimostra la sua versatilità nella possibilità di esaminare superfici rivestite con uno spessore minimo di 0.1 mm. Questa caratteristica è di particolare rilevanza quando è cruciale mantenere rivestimenti sottili, consentendo un’ampia applicazione della tecnica in una varietà di contesti industriali.

Flessibilità dimensionale e di configurazione

Le dimensioni e la configurazione del componente da ispezionare raramente limitano l’esame MT. Questa flessibilità dimensionale consente l’applicazione della tecnica su una vasta gamma di componenti, purché siano ferromagnetici, rendendola adatta a diversi scenari industriali.

Rapidità ed efficienza

La rapidità e la semplicità dei controlli MT consentono ispezioni efficienti senza richiedere tempi prolungati. Questo contribuisce a un aumento dell’efficienza complessiva delle operazioni di controllo e consente una valutazione rapida e accurata della condizione dei materiali.

Portabilità dell’apparecchiatura

L’apparecchiatura utilizzata nei Controlli MT è spesso progettata per essere trasportata facilmente, consentendo ispezioni direttamente sul campo. Questa caratteristica aggiuntiva fornisce una maggiore flessibilità nell’applicazione della tecnica e facilita l’accesso a diverse aree di lavoro.

Indicazioni chiare e minima necessità di pulizia post-ispezione

Le indicazioni “dirette” prodotte dalla magnetoscopia forniscono informazioni chiare e precise sugli eventuali difetti rilevati, agevolando l’interpretazione dei risultati da parte degli operatori.
Inoltre, la necessità di una pulizia post-ispezione è minima, riducendo il tempo dedicato a operazioni di manutenzione e contribuendo ulteriormente all’efficienza complessiva del processo.

Affidati a Frigerio Stefano srl per un servizio completo e affidabile

Per garantire ispezioni non distruttive impeccabili e affidabili con i Controlli Magnetoscopici affidati alla nostra azienda Frigerio Stefano srl. La nostra competenza e l’avanzata tecnologia utilizzata nei nostri servizi assicurano la massima precisione nel rilevamento di discontinuità superficiali e sub-superficiali.

Contattaci per saperne di più o per ricevere un preventivo gratuito.